Tatuaggio in arrivo? Il CBD può aiutarti, ecco come

La bella stagione è in arrivo! Quale momento migliore per sfoggiare i propri tatuaggi? Tra le numerose proprietà del CBD scopriamo come può aiutare in modo naturale prima e dopo un tattoo, o per preservarlo nel tempo.

Questo articolo sarà di sicuro interesse per gli amanti dell’inchiostro su pelle che amano anche i benefici del cannabidiolo, questo perché tra la miriade dei suoi possibili utilizzi si possono trovare benefici anche nel suo utilizzo pre e post tatuaggio.

Le azioni naturalmente miorilassanti, antinfiammatorie e antibatteriche del CBD hanno dimostrato di essere utili anche nel mondo dei tattoo.

CBD prima del tatuaggio

Prepararsi ad un tatuaggio è parte importante nella buon riuscita del disegno che abbiamo tanto desiderato e scelto, quindi passare un pò di tempo a preparare mente e pelle al trattamento imminente può garantire che la seduta si concluda in scioltezza.

All’opposto della canapa illegale, il CBD riduce la pressione sanguigna , e quindi il suo consumo prima di una eventuale seduta riduce il rischio di sanguinamento eccessivo durante il tatuaggio. Inoltre, le sue note proprietà di antistress naturale possono essere sfruttate per contenere lo stress prima dell’appuntamento con gli aghi. Soprattutto se si tratta della prima volta..! Qualche goccia di olio CBD può essere perfetta per molte persone, mentre altri preferiscono affidarsi alle infiorescenze di canapa legale, e altri ancora ripiegano sulla vaporizzazione di CBD senza nicotina.

Il dolore provato durante un tatuaggio dipenderà molto dal proprio limite di tolleranza e dalla zona scelta. Se il dolore ci preoccupa, possiamo ripiegare su alcune gocce olio CBD (qui le nostre proposte) oppure, preventivamente, possiamo tentare l’applicazione di creme al CBD che, oltre a tener idratata la cute, aiuteranno a provare un pò meno dolore localmente.

Alcune scelte che possiamo evitare per far andar tutto liscio possono essere: non indossare vestiti stretti, per evitare di comprimere le zone gonfie, niente abiti bianchi per non sporcarsi, evitare l’uso di alcolici perchè anche loro alzano la pressione, evitare scottature nei giorni precedenti e di non presentarsi a digiuno per evitare improvvisi annebbiamenti.

CBD post tatuaggio e cura

Una volta terminato di soffrire, vorremmo goderci al più presto il nostro nuovo tatuaggio. Ogni tatuatore che si rispetti vi consiglierà sicuramente le cose da fare e no, nelle ore successive.

Possiamo aiutare comunque la rigenerazione della nostra cute con i prodotti che contengono CBD, che può promuovere la naturale cicatrizzazione delle ferite, ridurre il prurito e la tensione locale, e aiutare a ripristinare la normale barriera cutanea antibatterica.

In questo modo il nostro tatuaggio sarà più bello, più durevole e rimanderemo un po’ più in là nel tempo l’inevitabile appuntamento con il colore sbiadito e con la necessità di rifare i contorni o rifarlo completamente.

Cosa può dire una persona che ha scoperto l’utilità del CBD prima, durante o dopo un tatuaggio?

Grazie, cannabidiolo!“, rivolgendosi a una molecola così sicura, collaudata, naturale, preziosa e versatile.

weed puff logo

Non perderti nessun articolo!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

ARTICOLI RECENTI

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *